Skippervela | Avventure in barca a vela, week-end nautici e noleggio barche

Vai ai contenuti

Menu principale:

Uscite sul lago di Garda

Durente l'estate A.S.D. Skippervela organizza uscite giornarliere e week-end in barca a vela sul lago di Garda, con possibilità di pernottamento in barca, in cabina o sotto le stelle.
I nostri porti sono: S. Niccolò (Riva del Garda), Nuovo Marina Navene (Malcesine), Cassone (Malcesine) a seconda della barca che viene utilizzata per l'uscita.

La giornata a bordo inizia verso le 9:00. Spinti dal Peler, vento costante che proviene da N-NE, si trascorre una piacevole mattinata con il vento tra i capelli. Si inizano a sperimentare le manovre che permetteranno all'equipaggio di naviagre nelle acque del Garda. Verso mezzogiorno, la pausa di un'oretta concessa dal vento, permette di rifocillarsi con ottimi pranzetti preparati a bordo e, come inizia a soffiare l'Ora, vento costante proveniente da S-SO, si veleggia fino al tramonto (17:00 circa) ora in cui solitamente è previsto il rientro in porto con tutte le manovre di ormeggio.

A seconda del tempo, si godono ottimi gelati nei vari paesini costieri, tuffi nelle acque limpide e freshce del lago, passaggi sotto le cascate delle vicine montagne.. I week-end in barca a vela permettono di accostarsi gradualmente al mondo velico, così da poter valutare meglio la possibilità di proseguire l'avventura marinaresca con una o più settimane di navigazione.
I ritmi a bordo sono lenti, ma c'è sempre qualcosa da fare: la regolazione di una vela, la correzione di una rotta, preparare uno spuntino per sé e per gli amici o semplicemente... prendere il sole!
Al rientro in porto, tutti i servizi dei marina sono a disposizione, mentre si decide come passare la serata .. cominciando con un aperitivo, deicdendo se optare per una intima cena in barca o assaggiare piatti tipici trentini nei vicini locali.
Al rientro in barca a vela le comode e invitanti cabine non aspettano altro che accompagnare i velisti nelle braccia di Morfeo, per un dolce riposo cullati dalle onde del lago.

«Suso in Italia bella giace un laco,
a pié de l'Alpe che serra Lamagna
sovra Tiralli, c'ha nome Benaco.»

Dante Alighieri
Divina Commedia
Canto XX Inferno, vv. 61-63

Il lago di Garda

ll lago di Garda, o Benàco, o Bènaco (variante utilizzata sul lago e nelle zone limitrofe), è il maggiore lago italiano, con una superficie di circa 370 km². Cerniera tra tre regioni, Lombardia (provincia di Brescia), Veneto (provincia di Verona) e Trentino-Alto Adige (provincia di Trento), esso è posto in parallelo all'Adige, da cui è diviso dal massiccio del Monte Baldo. A settentrione si presenta stretto ad imbuto mentre a meridione si allarga ed estende, circondato da colline che rendono più dolce il paesaggio. Il lago è un'importante meta turistica, e viene visitato ogni anno da centinaia di migliaia di persone. Fonte: Wikipedia - Lago di Garda

I venti del lago di Garda

I principali venti del lago di Garda sono:

  • Peler: è un vento costante caratteristico del Lago di Garda, proveniente da Nord e che interessa quasi tutto il lago, soprattutto l'alto ed il medio Garda. Soffia dalle prime ore della notte (2-3) fino a circa mezzogiorno (11-12) e si rafforza dopo il sorgere del sole a causa dell'aumento della temperatura. Nella parte orientale del medio Garda è un po' più forte ed in estate può raggiungere velocità fino a 15 m/s con conseguente formazione del moto ondoso. Viene sfruttato per la pratica del windsurf da numerosi appassionati che escono all'alba nei pressi di Limone o di Malcesine.

  • Ora: dal latino aura cioè "alito", è una brezza di valle proveniente dalla pianura Padana che spira da Sud poco dopo la caduta del Peler (12-13) sino al pomeriggio inoltrato. Interessa in maniera significativa il medio e soprattutto l'alto garda dove acquista velocità per effetto Venturi, dovuto alla particolare conformazione a "forma di imbuto" del lago e delle montagne circostanti; il basso Garda risulta solitamente poco interessato, soprattutto nei mesi estivi. È meno intenso del Peler e dell'Ander, abitualmente raggiunge una velocità tra i 5–6 m/s anche se nei mesi estivi, nel quale è più intenso, può arrivare a velocità di 10–12 m/s originando un rilevante moto ondoso soprattutto nell'alto Garda. Viene sfruttato nelle ore pomeridiane da catamarani, windsurf e barche a vela che navigano nelle acque all'altezza di Torbole.

  • Ponal: è un vento tipicamente estivo e di forte intensità. Soffia dalla valle di Ledro nelle ore mattutine e nelle ore serali seguendo il solco del torrente Ponale da cui ne deriva il nome.

  • Bali, Balìn, Balinot o anche Spisoca: è un vento proveniente da Nord tipicamente invernale, originato da un forte abbassamento della tempera